News

Ridurre il giro vita con la liposcultura localizzata 08-01-2016
Assottigliare il giro vita con la liposcultura
La liposcultura localizzata del punta-vita consente di rimodellare la figura corporea senza cicatrici visibili

La liposcultura è stata concepita per la rimozione e/o il rimodellamento del tessuto adiposo sottocutaneo in eccesso e non armonicamente distribuito senza necessità di alcuna cicatrice evidente.

La liposcultura si è evoluta grandemente dalla sua introduzione (negli anni 70) a oggi sia per quel che concerne la disponibilità di nuovi strumenti chirurgici sia per il perfezionamento delle tecniche.

Il principio è rimasto invariato: eliminare gli adipociti in eccesso (cioè le cellule responsabili dell’accumulo di grasso) con risultati definitivi perché questi non si replicano e non possono quindi riorganizzarsi nuovamente in accumuli localizzati

E’ bene sapere che la distribuzione del tessuto adiposo è funzione non soltanto delle abitudini alimentari o dello stile di vita ma è predeterminata da fattori genetici: per questo motivo soggetti giovani e sportivi possono presentare cuscinetti adiposi localizzati anche se seguono una dieta rigorosa con un’ntensa attività fisica.

Con la dieta si riesce a controllare il peso corporeo ma non è possibile esercitare alcuna azione rimodellante.

La liposcultura consente di eliminare definitivamente gli adipociti in eccesso in un’area specifica: successivamente i possibili aumenti o cali di peso, avverrano in forma armonica senza più squilibri tra diverse aree del corpo.

Per queste ragioni appare ora chiara l’inefficacia o la limitatezza dei risultati ottenibili con tecniche alternative come mesoterapia, elettrolipolisi, ozonoterapia e quant’altro.

L’efficacia della liposcultura si apprezza soprattuto nel giro-vita, cruciale non solo come punto di equilibrio tra due metà del nostro corpo ma anche come area di transizione tra la regione toracica e quella glutea.

Il modellamento del tessuto adiposo del giro-vita consente di ottenere:


  • l’assottigliamento della vita che diventa più definita

  • l’allungamento della schiena

  • il ridimensionamento e l’arrotondamento dei glutei


Non basta: rimarcando la normale lordosi sacrale, cioè la naturale concavità di questa zona, si accentua indirettamente la convessità dei glutei, la loro proiezione, la loro visibilità.

Spendiamo infine alcune parole circa la sicurezza della liposcultura: per quanto non lasci alcuna cicatrice visibile deve essere affrontato con la stessa scrupolosità e attenzione necessaria in ogni altro intervento chirurgico:


  • dovranno essere preventivamente eseguiti tutti gli esami preoperatori previsti (ematochimici, elettrocardiogramma, visita dell’anestesista o altri, se richiesti dal chirurgo)

  • l’intervento dovrà essere effettuato da un medico specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica (e non in altre specialità)

  • dovra essere eseguito in una struttura sanitaria autorizzata e modernamente attrezzata.


Alcuni accorgimenti da seguire nel decorso post liposcultura del punto-vita

  • il ritorno alle attività lavorative può avvenire anche il giorno successivo all’operazione, avvertendo solo un indolenzimento localizzato ben tollerabile per pochi giorni.

  • Il ritorno in palestra è consigliabile non prima di 15 giorni dall’intervento

  • l’esposizione al sole non prima di 20 giorni (sempre però proteggendo accuratamente le piccole cicatrici con una crema ad alto schermo, per evitare pigmentazioni permanenti)

  • è necessario indossare una guaina elasto-compressiva (invisibile sotto gli vestiti) per un periodo di 15 giorni.


Saranno opportuni, solo se eseguiti però da personale veramente esperto, anche dei massaggi linfodrenanti post liposcultura del punto-vita per facilitare lo smaltimento dei liquidi infiammatori.

Il risultato, anche se spesso apprezzabile già il giorno successivo, migliorerà gradualmente nel corso delle settimane e mesi successivi per il risolversi definitivo di ogni segno di infiammazione.