News

intervento di mastoplastica con mammella tuberosa 22-09-2015
Intervento di mastoplastica per mammella tuberosa

Il seno tuberoso richiede una tecnica specifica per essere rimodellato.
L’aumento del volume del seno è uno degli interventi di chirurgia estetica oggi più richiesti.

Per quanto riguarda la tecnica chirurgica, l’intervento di mastoplastica additiva può essere definito, in generale, piuttosto semplice e di rapida esecuzione: si tratta in definitiva di allestire uno spazio sufficiente ad accogliere la protesi mammaria.

Esistono però casi più rari che presentano particolari difficoltà: il tipico esempio è il seno tuberoso.

Il seno tuberoso, a causa di una malformazione si prsenta di aspetto tubulare, allungato e largamente concentrato dietro l’areola.

I quadranti inferiori appaiono piatti e svuotati e la mammella presenta una forma irregolare ad uncino che ovviamente non conferisc nè grazia nè eleganza.

La correzione chirurgica della mammella tuberosa non si basa sul semplice impianto di protesi mammarie ma è necessario prima di tutto eseguire un minuzioso modellamento della ghiandola mammaria tuberosa, solo successivamente si possono collocare le protesi mammarie per incrementare il volume e la proiezione del seno.

Le cicatrici nell’intervento di mastoplastica con mammella tuberosa non creano problemi in quanto diventeranno praticamente invisibili nel giro di pochi mesi: sono infatti localizzate tra la cute rosea del seno e quella pigmentata dell’areola.

GUARDA I CASI CON LE FOTO PRIMA E DOPO DI INTERVENTI DI CHIRURGIA AL SENO