News

23-12-2015
Quali sono gli interventi di chirurgia estetica più richiesti?
Anche in Italia il trend del ricorso alla chirurgia estetica è in crescita grazie alle innovazioni che consentono di eseguire senza anestesia generale e senza ricovero molti interventi


Una recente indagine promossa dalla RealSafe.com ha dimostrato che un sempre crescente numero di donna, in pratica una su cinque, sta programmando o ipotizzando di sottoporsi ad interventi o trattamenti di medicina estetica.

L’85% delle donne di età compresa tra il 54 e i 64 anni si dichiara insoddisfatta di qualche parte del loro corpo o del loro viso e medita di ricorrere a trattamenti estetici di vario tipo per ottenere un miglioramento.

Il dato più sorprendente è che invece il 90% delle donne età compresa tra i 19 e i 24 anni confessa una insoddisfazione per almeno una parte del loro corpo.

I trattamenti di medicina e di chirurgia estetica sono di fatto in continuo aumento questo perchè le nuove tecnologie sono infinitamente migliorate negli ultimi anni consente di ottenere ottimi risultati con minima o nulla invasività senza dolore o necessità di ospedalizzazione.

Queste sono particolarmente popolari tra i milioni di donne che cercano un aspetto più giovane, più fresco o semplicemente più armonico.

Inoltre i risultati possono essere immediatamente visibili o a distanza di alcune settimane, a seconda della tecnica utilizzata.

Gli interventi di chirurgia estetica più praticati in Italia?

L’addome è l’area corporea su cui si concentra maggiormente l’insoddisfazione femminile sia per flaccidità cutanea che per accumuli adiposi eccessivi.

Seguono a ruota le cosce e le gambe che giustificano come la liposcultura tumescente rappresenti uno degli interventi più richiesti in questi anni anche perché il ritorno a casa è pressoché immediato, anche per importanti aspirazioni.

Il segreto risiede nel massimo rispetto con cui vengono trattati i tessuti e nell’inutilità di ricorrere ad anestesie generali che obbligherebbero a ricoveri prolungati e a risvegli molto più fastidiosi