Foto casi Prima e Dopo


In alcuni casi (meno frequentemente rispetto ai casi di ipoplasia), il mento può presentare un aspetto troppo importante ed esuberante e risultare quindi “ipertrofico”; la conferma oggettiva del difetto estetico è apprezzabile osservando che la linea verticale passante per il profilo delle labbra risulta arretrato rispetto a quella passante per il mento.

In genere il volto acquisisce un’espressione caratteristica: non particolarmente arguta, ottusa, in certi casi quasi prepotentemente

Vi sono diverse soluzioni chirurgiche al caso: in questo specifico si è provveduto ad eliminare l’eccesso osseo semplicemente “limandolo” con delle specifiche frese. La tecnica, come nella scultura, permette di valutare progressivamente il risultato fino al volume giudicato ottimale.

L’incisione viene fatta all’interno della bocca e risulta quindi assolutamente invisibile; i risultati, a differenza dell’aumento di volume, sono apprezzabili a distanza di diverse settimane dopo lo smaltimento dell’infiammazione che tende normalmente a persistere a lungo nel tempo.
Prima
mentoplastica riduttiva
Dopo
mentoplastica riduttiva