Foto casi Prima e Dopo

In questo ragazzo di 26 anni è apprezzabile un gibbo osteo-cartilagineo, cioè composto sia da osso che da cartilagine, con una punta leggermente ingrandita ma non particolarmente ptosica (caduta), vale a dire che l’angolo naso-labiale, quello cioè delimitato dalle narici e il labbro superiore, è di ampiezza sufficiente e non merita correzione.

E’ stata quindi effettuata una rinoplastica con tecnica “chiusa” in cui si è regolarizzato il dorso mantenendo inalterata per altro la lunghezza complessiva del naso, per un risultato globale naturale e non artificioso.

Anche in questo caso, non essendo stata fatta alcuna correzione funzionale (setto o turbinati) non sono stati utilizzati tamponi nasali.
Prima
Rinoplastica con tecnica chiusa
Dopo
Rinoplastica con tecnica chiusa