Foto casi Prima e Dopo


In questo caso clinico vediamo una signora di 60 anni con un notevole invecchiamento dello sguardo dovuto a diverse ragioni che ora esamineremo.

Se valutiamo prima le palpebre superiori possiamo riconoscere un doppio problema: vediamo infatti sia un abbondante eccesso cutaneo che le nasconde parzialmente che delle borse adipose verso l’angolo interno.

La blefaroplastica superiore ha rimosso la cute in eccesso (che era stata precedentemente marcata con precisione in ciascuna palpebra) e le borse adipose.
La sutura è estremamente sottile, invisibile e viene riassorbita spontaneamente.

Inferiormente invece il problema e per così dire triplice: abbiamo infatti ancora un certo eccesso cutaneo, sono ancora presenti delle voluminose borse adipose ma abbiamo in più la perdita di tono, la flaccidità del muscolo orbicolare responsabile , per capirci meglio, dell’”occhiaia”. La correzione della palpebra inferiore è quindi lievemente più complessa della superiore perchè oltre a rimuovere l’eccesso cutaneo e di grasso mette in precisa tensione il muscolo sottostante e corregge meglio i segni dell’invecchiamento.
Ricordiamo che quando si parla di palpebra inferiore bisogna essere particolarmente precisi e conservativi nella rimozione di quello che sembra l’eccesso di pelle per evitare “arrotondamenti” o tensioni inestetiche della palpebra.
Prima
Blefaroplastica per rimuovere eccessi cutanei e borse dalle palpebre
Dopo
Blefaroplastica per rimuovere eccessi cutanei e borse dalle palpebre
Prima
Blefaroplastica per rimuovere eccessi cutanei e borse dalle palpebre
Dopo
Blefaroplastica per rimuovere eccessi cutanei e borse dalle palpebre