News

02-08-2015
Chirurgia delle calvizie
La calvizie androgenetica colpisce il 65% dei maschi ed è il principale inestetismo maschile.



I trattamenti non chirurgici delle calvizie, basati su alcuni farmaci, si rivelano spesso inadeguati e non soddisfacenti (tanto che sono abbandonati da un numero considerevole dei pazienti anche a causa degli effetti collaterali).

La soluzione migliore rimane l’autotrapianto di capelli con la tecnica dei micro-innesti, la procedura si articola in 4 fasi: 

  1. prelievo dalla zona occipitale,

  2. scomposizione del prelievo di tessuto al microscopio in micro-innesti di 1 o 2 capelli, 

  3. preparazione della zona ricevente con micro-bisturi,

  4. impianto delle unità follicolari)

Il trattamento dura da 3 a 5 ore ed è totalmente indololore: il paziente che può persino leggere, chiacchierare o guardare la tv durante il trapianto...!

Può essere sufficiente una sola seduta (se la zona alopecica è di modesta entità) mentre aree più grandi da trattare possono richiedere due o più sedute.

I risultati sono apprezzabili già dopo pochi mesi ma il risultato finale ottimale si considera conseguito dopo 8-12.

I capelli trapiantati sono definitivi e seguiranno un ciclo del tutto naturale, senza cadere più, esattamente come non sarebbero caduti se fossero rimasti dove sono stati prelevati.

E’ bene ricordare che la cicatrice della zona donatrice già dopo 2 settimane sarà difficilmente riconoscibile.