Chirurgia dermatologica Piacenza

Ogni medico chirurgo plastico deve aver seguito un percorso formativo lungo e completo: non si occupa quindi solamente di chirurgia estetica ma anche di Chirurgia dermatologica Piacenza.

La patologia cutanea è di conseguenza suo importante campo di interesse.

Le lesioni cutanee sono tantissime (nei, cisti, lipomi, epiteliomi, ecc) e devono essere ben conosciute per una prima diagnosi clinica che differenzi le benigne da quelle a rischio di malignità.

Una caratteristica le accomuna: la crescita, una crescita lenta e silenziosa.

Anche un’innocua cisti sebacea cresce e può crescere tanto da deformare letteralmente la forma della testa o del volto.

In questi casi è evidente che se anche non vi sono problemi seri per la salute se ne creano altri di natura estetica.

I tumori maligni, o sospetti tale, devono essere invece asportati radicalmente il prima possibile per impedir loro di distruggere i tessuti circostanti o di intaccare organi indispensabili per la vita.

Fondamentale è la mappatura dei nei, con l’aiuto del dermatologo, per la prevenzione del melanoma: nei a rapida crescita, a margini irregolari, sanguinanti, ecc devono essere prontamente controllati.

L’esame istologico è imprescindibile per chiarire ogni dubbio circa la natura della lesione e la radicalità dell’intervento, cioè se l’asportazione sia stata completa.

Innumerevoli sono le tecniche di Chirurgia dermatologica Piacenza a disposizione del chirurgo plastico per una ricostruzione quanto più naturale possibile.